Il Modello Scientifico

Il modello scientifico di riferimento si colloca nell’area del funzionalismo ed è riconducibile alla Psicologia Funzionale elaborata dal prof. Luciano Rispoli, fondatore della Scuola Europea di Psicologia Funzionale, riconosciuta dal MIUR nel 2000 con sede nelle principali città italiane.

La Psicologia Funzionale si basa su una concezione di unitarietà e circolarità dei processi psico-corporei, per cui tutte le Funzioni (Cognitiva, emotiva, fisiologica e posturale) concorrono pariteticamente all’organizzazione del Sé: nessuna è prioritaria e nessuna è subordinata.

Il concetto di “Funzione” permette nella diagnosi e nell’intervento terapeutico, di scendere concretamente nei dettagli e nell’operatività senza perdere di vista la globalità e l’interezza della persona. A partire dalla diagnosi si realizza un vero e proprio “progetto di terapia”, prospettando in modo circostanziato dove e come intervenire. La terapia è un vero e proprio percorso che evolve, fatto di fasi e modalità terapeutiche che si susseguono fino alla reintegrazione del Sé e quindi al benessere della persona.

Il Funzionalismo permette di precisare le interazioni tra i diversi Sistemi di Funzionamento, di comprendere le possibili alterazioni e sconnessioni cui possono andare incontro nel corso dello sviluppo e della vita e di poter analizzare concretamente tutto ciò, nell'andamento delle cosiddette Esperienze di Base del Sè.

La psicoterapia può esere rivolta ad individui, gruppi, coppie, famiglie, bambini ed adolescenti.

 

 

Utilizzando il presente sito accetti l'uso dei Cookies come previsto dalla direttiva europea .